UNA PREMESSA PER “CHI LEGGE”.

Il mio nome è Ilaria e non sono né una psicologa, né una psicoterapeuta.
Arrivo dal mondo del marketing, della pubblicità e mi avvicino alla filosofia Rogersiana solo due anni fa, iscrivendomi ad un corso di Counselling.

Ho sempre pensato che non ci sia una formula giusta per raccontare di sé. Spesso, nella foga di descriversi, si perdono dei pezzi importanti. Così, per chiarezza, penso sia giusto almeno informare “chi legge” di quello a cui proprio non posso rinunciare.

Al Pilates del lunedì e alla colazione la mattina.
Al coraggio, anche quello di sbagliare.
A chi è genuino per natura e non per piacere.
Ai momenti quotidiani, che col tempo, diventano ricordi felici.
Al gelato allo Yogurt e alle cene in famiglia.
Alle emozioni di pancia, specie se si rivelano nei piccoli gesti.
Alla limonata.
Ai contesti senza troppe pretese.
Alle “pippe mentali” (siamo tutti così complicati…)
Al lavoro, se ci migliora e ai sogni, quelli strani.
Al senso, ai segreti, ai sinonimi.
Alle storie, alla vita, e alla “storia della vita”.
E al pensiero, che va sempre lasciato libero.

Dunque, non ho titoli e non voglio ergermi portavoce di una filosofia.
Piuttosto, come una “voce narrante”, spero che siano le parole a parlare per me.
Infondo, è lo stesso Rogers a dirci: “Ciò che sono è sufficiente solo se riesco ad esserlo”.

Ilaria Negri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...